Chi siamo

Nel 1859 Clemente Candido fondò l’azienda la quale, dalla sua origine fino ad oggi, si è sempre occupata di abbigliamento.

Nell’epoca in cui venne fondata il concetto e la commercializzazione dell’abbigliamento, per come sono attualmente conosciuti, non esistevano e l’attività era incentrata sulla commercializzazione di tessuti, pellami, bottoni e tutto quello che serviva a confezionare un capo di abbigliamento (l’abito confezionato è nato intorno agli anni ’60).

Sin dalla sua origine il negozio è stato nello stesso stabile, ma consisteva di sole due stanze le quali si affacciavano direttamente sulla piazza; tali locali corrispondono attualmente al prospetto del negozio odierno.

La seconda e la terza generazione sono state di fondamentale importanza in quanto hanno dato input e contributi importanti nella gestione dell’attività, allargando la fascia di clientela dalla sola Maglie a tutti i paesi del basso Salento.

L’attività attraversò i duri anni della Seconda Guerra Mondiale; poiché durante il conflitto venne stabilito il razionamento dei prodotti, si ebbe come conseguenza l’affermarsi del mercato nero e del contrabbando.

L’azienda, piuttosto che sottostare a queste imposizioni, decise di chiudere negli anni del conflitto; tale decisione era dovuta anche al fatto che gli approvvigionamenti di materie prime e dei prodotti necessari all’esercizio dell’attività erano diventati molto difficili e costosi da reperire e le dinamiche di mercato non erano in quel momento favorevoli e corrette.

L’attività riaprì a cavallo del ’46-’47 e godette, come tutta l’Italia, di un periodo molto attivo e di ripresa sia dei mercati che dell’economia nazionale in generale; in quegli anni l’azienda ebbe un andamento più che positivo e nel 1959, in occasione del centenario, si decise di allargare l’attività ampliando la superficie del negozio occupando l’intero stabile.

In quegli anni la categoria merceologica trattata dall’azienda era sempre quella dei tessuti e della pelletteria con, in aggiunta, un nuovo reparto dedicato a tutto quello che era necessario per il corredo (cioè la biancheria per la casa); questo reparto venne introdotto in quanto nelle famiglie dell’epoca vi era la tradizione di preparare il corredo per le figlie in previsione del momento in cui sarebbero convolate a nozze, e quindi si sarebbero allontanate dalla casa della propria famiglia.

Il nuovo reparto trattava quindi tovagliati, lenzuola, federe e simili; i reparti del negozio erano quindi tessuti per uomo, tessuti per donna e biancheria per la casa.

Un importante punto di svolta nel mercato dell’abbigliamento si ha alla fine degli anni ’60; in questo periodo nasce la confezione e si affacciano sul mercato le prime aziende che producono abbigliamento già confezionato.

A partire dalla fine degli anni ’80 è andato morendo la tradizione del corredo e della biancheria della casa, mentre in parallelo prendeva sempre più piede il mercato della confezione e degli accessori (borse, scarpe, pelletteria, oggi importantissimi).

Nel ’78 veniva nuovamente aumentata la superficie di vendita del negozio estendendola anche al terzo piano dell’edificio e spostando uffici, amministrazione e magazzini in uno stabile vicino appositamente adibito allo scopo; si tratta dell’attuale configurazione del negozio, il quale consta di tre piani per un totale di circa 2.000 mq di superficie di vendita.

Per essere al passo con i tempi nel corso degli anni i locali sono sempre stati rinnovati realizzando spazi ed arredi che esaltassero il piacere dell’ acquisto e la visibilità dei prodotti in vendita, rimanendo in ogni caso sempre coerenti all’idea iniziale di stile e sobrietà, sino ad arrivare ad i giorni nostri.

Oggi Candido 1859 veste l’intera famiglia, facendo crescere i clienti più giovani attraverso i diversi reparti dello stesso negozio. "REGISTRO DELLE IMPRESE STORICHE – Le imprese che hanno fatto la storia di Italia"da Unioncamere, l’unione delle Camere di Commercio d’Italia.